Il Botulino, comunemente chiamato Botox, viene impiegato in medicina estetica da circa 10 anni per distendere le rughe del terzo superiore del volto e donare splendore al viso.
Il botulino è una proteina naturale purificata che, se iniettata nei muscoli mimici del viso, ne provoca un temporaneo rilassamento, attenuando così le rughe.

I risultati migliori si ottengono a livello delle rughe orizzontali della fronte, di quelle verticali tra le sopracciglia e di quelle intorno agli occhi a "zampa di gallina". Questo trattamento viene eseguito ambulatorialmente e, se affidato a mani esperte, produce risultati estetici davvero eccezionali, senza effetti collaterali.
Molte delle inestetiche rughe e pieghe della faccia sono causate dalla contrazione di alcuni muscoli mimici. Il rilassamento selettivo di questi muscoli con il Vistabex (tossina botulinica di tipo A dell’Allergan) permette di eliminare o attenuare le rughe in modo sicuro, controllabile e reversibile.

Il botulino è un prodotto sicuro ed affidabile, ben conosciuto in campo medico dove da tempo viene usato in oculistica per curare i casi di strabismo o blefarospasmo e, più recentemente, è stato indicato per risolvere problematiche legate all’emicrania cronica e vescica iperattiva.

Il trattamento

Il trattamento dura solo 15 - 20 minuti. Si effettua ambulatorialmente, senza anestesia, e consiste nell'iniettare, con un piccolo ago, alcune gocce del prodotto all'interno dei muscoli mimici, in particolare quelli responsabili delle rughe d'espressione che si desidera distendere.

Le principali rughe d'espressione del terzo inferiore del volto trattabili con tossina botulinica, sono:

  • le rughe laterali del naso, che si presentano come solchi pronunciati sulla faccia laterale della piramide nasale
  • le rughe periorali (codice a barre) ad orientamento radiale sul labbro superiore ed inferiore che si formano per effetto della contrazione del muscolo orbicolare della bocca
  • le rughe labio-mentoniere che si estendono dall'angolo della bocca fino al margine laterale del mento
  • le rughe del mento
  • le bande platismatiche e rughe orizzontali del collo determinate dall'azione del muscolo platisma
  • il décolleté.

Il foto-invecchiamento nelle aree foto-esposte come il décolleté, è più visibile che in altre zone. Questo foto-invecchiamento si traduce in un raggrinzimento cutaneo che, associato all'azione della gravità determina un quadro di cute raggrinzita, disidratata e anelastica. In questo distretto corporeo, l'uso della tossina botulinica iperdiluita associata ai biorivitalizzanti, determina un netto miglioramento.(mesobotox)

Infatti, la tossina botulinica agendo sulle sottili fibre muscolari del platisma del collo e dello SMAS e sulla secrezione sebacea, determina una cute molto più distesa, meno oleosa ed opaca, con scomparsa delle rughe.

I Pazienti Ideali

I pazienti che si sottopongono ad un’iniezione di botulino sono generalmente uomini e donne, da 25 a 80 anni, che presentano inestetismi in viso legati ad uso continuo dei muscoli mimici della fronte (ad esempio, chi ha un'espressione sempre corrucciata e preoccupata). In questi casi, il botulino può essere usata da sola e i suoi risultati sono davvero efficaci.

Se il problema estetico riguarda invece tutto il viso, il botulino può essere associato ad altri trattamenti chirurgici quali il peeling, lifting o blefaroplastica, oppure trattamenti infiltrativi quali l'utilizzo di filler come l’acido ialuronico, o di bioristrutturanti e biorivitalizzanti.

I Risultati

Le rughe scompaiono quattro o cinque giorni dopo l'iniezione, ma già da subito la paziente può truccarsi. Occasionalmente, si può formare un livido che tende comunque a sparire nel giro di una settimana.

I risultati durano in genere quattro o sei mesi, dopodiché l'iniezione va ripetuta; meglio prima che il muscolo riprenda la sua contrattilità. Si è notato che, dopo diverse iniezioni, l'effetto di spianamento dura più a lungo.

Rischi, Complicanze ed Effetti Collaterali

Non sono registrati effetti collaterali all’utilizzo del botulino (Botox), escluso un modesto eritema post-trattamento che scompare spontaneamente dopo poche ore. I risultati, visibili sin dalla prima seduta, dopo qualche giorno, sono soddisfacenti con un miglioramento della idratazione e della elasticità cutanea nonché della riduzione marcata delle fine rugosità da raggrinzimento cutaneo.

È chiaro che l'uso della tossina botulinica nel terzo inferiore del volto, è da considerarsi in un'ottica di integrazione con altre metodiche di ringiovanimento, come i filler, i biorivitalizzanti e la luce laser, al fine di ottimizzare i risultati e la soddisfazione delle pazienti.

domande frequenti

Che Cosa È e Come Funziona il Botulino

Il botulino viene prodotto in laboratorio dal batterio Clostridium Botulinum e ha un'azione specifica di blocco del rilascio dell'acetilcolina a livello delle giunzioni tra nervi e muscoli striati (placche neuromuscolari). L'acetilcolina è la sostanza che viene rilasciata dal nervo motore per trasmettere al muscolo lo stimolo per la contrazione. L'effetto che ne deriva è l'indebolimento del muscolo dove la sostanza viene iniettata.

Come si presenta il viso dopo l'infiltrazione? Ringiovanito, risollevato, leggermente arrossato dove è stato inserito l'ago, anche se solo per qualche minuto.

Quando è possibile iniziare a truccarsi? Dopo 10 minuti dall'infiltrazione.

Quando ci si può esporre al sole? Dopo circa dieci giorni, ma con gli occhiali da sole.

Quanto Dura?

L'effetto della tossina è temporaneo. Per mantenere l’effetto di distensione delle rughe, il trattamento deve essere ripetuto 2-3 volte all'anno.

È un intervento doloroso? No. Solitamente non si utilizza mai l'anestetico, tranne in singoli casi di pazienti con una soglia estremamente bassa al dolore. Dopo l'intervento, possono essere presenti dei leggeri bruciori che scompaiono dopo 48 ore.

Quando conviene sottoporsi all'intervento? Il fenomeno dell'invecchiamento cutaneo e quindi della formazione delle rughe, si manifesta, in genere, dopo i 30 anni, ma può verificarsi, per motivi costituzionali, o per eccessiva esposizione al fenomeno del photoaging (sole, lampade abbronzanti) già intorno ai 20 anni. Quindi, non esiste un'età precisa per sottoporsi a questo intervento; esso è indicato in relazione al fastidio psicologico ed estetico che comporta al paziente.

La terapia botulinica può essere effettuata a qualsiasi età? È stato ampiamente dimostrato che la diffusione a distanza dal sito di inoculazione, intramuscolare, della tossina botulinica purificata di tipo A (Vistabex), è insignificante. Per tale ragione, non sembra che si debbano attendere effetti collaterali sistemici sostanzialmente diversi da quelli che possono comparire, in via teorica, in soggetti adulti quando il farmaco è somministrato a soggetti più anziani e più giovani. Tuttavia, l'uso del botulino al di sotto di 12 anni non è raccomandato.

Come si usa il botulino in estetica? Il Vistabex indebolisce selettivamente il muscolo dove viene iniettato in piccolissime dosi. L'effetto sulle rughe è, perciò, indiretto. Il farmaco non serve a riempire le rughe come i classici filler. Le rughe di espressione si formano in seguito alla contrazione dei muscoli della fronte e dai corrugatori. Indebolendo i muscoli, le pieghe delle pelle non si formano più e i solchi si attenuano gradualmente fino a scomparire.

L'effetto è immediato? No Il rilassamento dei muscoli e la scomparsa delle rughe avvengono gradualmente, da 2 a 7 giorni, a seconda dei casi.

Quali rughe si possono trattare? La sede principale di iniezione del botulino è quella delle rughe glabellari, situate alla radice del naso e causate dai muscoli corrugatori. Le altre sedi sono le "zampe di gallina" al lato degli occhi e le rughe della fronte. Esistono altre sedi di iniezione meno frequenti, come le labbra, dove è possibile trattare con successo le fastidiose rughette verticali dell’arcata labiale superiore.

Si parla spesso di lifting non chirurgico mediante il botulino. Cos’è? Si tratta di una azione avanzata molto interessante del Vistabex, che sta diventando sempre più utilizzata dagli operatori esperti: si basa sul fatto che, se si indeboliscono i muscoli del viso che "tirano" la pelle verso il basso, si ottiene un moderato e naturale risollevamento delle strutture cadenti del viso.

Quanto Costa?

Il costo delle iniezioni dipende dalla quantità di tossina iniettata e quindi dal numero di zone che vengono trattate. Può perciò variare tra 350 a 700 euro.

Il costo medio del trattamento delle rughe frontali, delle glabellari e delle zampe di gallina è di circa 350 euro.

Modulo Contatti