La rinosettoplastica è in assoluto l'intervento di chirurgia estetica più richiesto, in grado di cambiare forma e volume a nasi aquilini, a becco, a patata o troppo pronunciati. Tale intervento consente all'uomo e alla donna di recuperare un profilo ideale.

È possibile apportare al naso qualsiasi modifica, utile sia per ovviare a problemi funzionali (come una cattiva respirazione), sia estetici.

Lo scopo della chirurgia estetica del naso è quello di migliorare forma e dimensioni del setto nasale, adattandolo armonicamente alle caratteristiche del viso.

La rinosettoplastica può dare dei buoni risultati nei seguenti casi:

  1. Naso troppo grande
  2. Gibbo sul dorso visibile di profilo
  3. Naso troppo largo visto di fronte
  4. Punta che "tende" verso il basso
  5. Punta larga e bulbosa
  6. Narici troppo grandi
  7. Setto nasale deviato (con cattiva respirazione)
  8. Naso deviato lateralmente
  9. Ipertrofia dei turbinati

La Visita Specialistica

La visita specialistica è indispensabile per esaminare l'aspetto e le caratteristiche estetiche e funzionali del naso, per poi valutare se le aspettative del paziente siano realizzabili.

Nel corso della visita, è possibile realizzare al computer delle elaborazioni grafiche delle foto digitali del paziente, per analizzare al meglio il cambiamento desiderato e presagire con un buon margine di approssimazione quale possa essere il risultato finale dell'intervento.

Durante il colloquio, si potrà inoltre valutare l'eventualità di eseguire correzioni che è possibile associare durante l’intervento di rinosettoplastica. Ad esempio, la modifica del mento (aumentarlo o diminuirlo), per migliorare le proporzioni del viso.

L'Intervento

Consiste nel rimodellamento delle strutture portanti del naso: ossa e cartilagini nasali. L'osso nasale, che rappresenta la parte alta del naso (o radice) viene modificato e/o ridotto, mentre le cartilagini, che sostengono la parte inferiore, vengono riadattate in modo da modificarne la lunghezza, la loro proiezione e la loro grandezza.

L'intervento viene eseguito per via interna, quindi senza incisioni visibili, con conseguente scollamento della cute dalla struttura portante. Il risultato finale dipende dalle modifiche apportate alle strutture osteo-cartilaginee, e dalla capacità elastica della cute sovrastante di retrarsi.

La rinosettoplastica può essere eseguita sia in anestesia locale con sedazione, sia in anestesia generale.

La durata dell'intervento è stimabile in circa un'ora e mezza.

Il ricovero viene effettuato, a seconda dei casi, in regime di day-hospital o con una notte di degenza in clinica. Il risultato dell'intervento può dirsi definitivo dopo circa sei mesi ma sarà già apprezzabile dopo due settimane.

Le cicatrici sono sempre interne, e perciò invisibili.

Ulteriori dettagli

La Punta del Naso

Il modellamento della punta viene eseguito modificando le dimensioni e la forma delle cartilagini che la compongono (cartilagini alari). In alcuni casi, è possibile intervenire solo sulla punta senza modificare il resto del naso.

Setto Nasale Deviato

Se esistono problemi respiratori, causati da deviazioni del setto nasale o aumento delle dimensioni dei turbinati, si procede alla settoplastica e/o alla turbinectomia (asportazione o riduzione dei turbinati).

La settoplastica consiste nel riposizionamento del setto cartilagineo e osseo e, se necessario, nella parziale escissione delle parti deviate. La turbinectomia può essere eseguita tramite escissione chirurgica o elettrocoagulazione.

Il Post-operatorio

È prevista l'immobilizzazione del naso per una-due settimane dopo l'intervento, grazie a una speciale mascherina alluminio. Nelle narici, vengono posti per due giorni dei piccoli tamponi di cotone.

Naso e palpebre restano gonfi per sette-dieci giorni, mentre il gonfiore alla punta può persistere per un paio di mesi. Sotto le palpebre, possono formarsi delle piccole ecchimosi e talvolta anche delle emorragie congiuntivali, destinate a riassorbirsi da sole. È importante fare dieci minuti al giorno di automassaggio per minimizzare tali effetti.

I tempi di guarigione sono variabili a seconda dei singoli pazienti. Subito dopo l'intervento, come già scritto, compaiono gonfiore e lividi attorno agli occhi. I lividi spariscono gradualmente dopo sette-dieci giorni, mentre un lieve gonfiore può persistere ancora per qualche settimana, soprattutto sulla punta, ma non viene generalmente notato dalle altre persone.

È possibile ritornare alle normali attività lavorative dopo 3-7 giorni.

Il naso operato non deve essere esposto al sole per qualche mese. Si consiglia perciò l'uso di una crema solare con blocco totale.

Rischi e Complicanze

Sono piuttosto rare; includono il sanguinamento, le infezione e le reazioni all'anestesia.

Quanto Costa

Non è possibile stabilire un preventivo dettagliato senza vedere il paziente di persona. Tuttavia, il costo medio di un intervento di rinoplastica, è stimabile in circa €3900.

Per definire i dettagli (costi, tipo di ricovero e di anestesia) dell'intervento e, soprattutto, per valutare il possibile risultato in rapporto alle aspettative del paziente è sempre indispensabile la visita preoperatoria.

Modulo Contatti