Negli ultimi anni è notevolmente aumentata la richiesta d’interventi per l’aumento di volume dei glutei. Ma molto spesso il problema non è soltanto un gluteo piccolo o svuotato ma anche un cedimento dello stesso, e allora è necessario associare alla gluteoplastica anche un intervento di lifting del gluteo.

Nell’ambito del rimodellamento del gluteo la chirurgia estetica e la medicina estetica offrono diverse soluzioni a secondo dei casi.

Come s’ingrandiscono i glutei?

Esistono fondamentalmente due tecniche per ingrandire i glutei:

  • La gluteoplastica chirurgica con protesi con associato o no il lifting del gluteo
  • La gluteoplastica non chirurgica con microinnesti di grasso autologo, prelevato dal paziente stesso (lipofilling, o più propriamente lipostruttura);
  • Con l’uso di Acido ialuronico ad alta densità.

Per ciascuna di queste tecniche di base esistono poi diverse varianti. Sebbene si esegua da molti anni, l'ingrandimento dei glutei ha raggiunto un'ampia diffusione nel mondo della chirurgia estetica soltanto negli ultimi anni, grazie anche alla felice sintesi tra l’esperienza centroamericana e quella della chirurgia estetica europea rappresentata dalla nostra equipe operatoria.

LA GLUTEOPLASTICA CON PROTESI

L'impianto di protesi glutee è indicato in pazienti che desiderino aumentare le dimensioni dei glutei . E' richiesto un buon tono muscolare e pelle elastica e di buono spessore.

Vengono utilizzate delle protesi in silicone, specifiche per l'uso gluteo e più robuste delle normali protesi mammarie. Nella maggior parte dei casi le protesi glutee sono riempite in gel di silicone ad alta coesività.

Le protesi vengono inserite nella parte alta della regione glutea, in modo da non interferire con la posizione seduta, normalmente attraverso un' unica incisione verticale di 6-7 cm, posta nella parte superiore del solco intergluteo.

La posizione delle protesi è sempre intramuscolare. La sede intramuscolare, la più usata al momento, prevede che la protesi sia collocata tra le fibre del muscolo grande gluteo.

L'intervento si esegue in clinica in anestesia spinale ed ha una durata di circa due ore.

GLUTEOPLASTICA: Decorso post-operatorio

Al termine dell'intervento viene applicata una medicazione compressiva da mantenere per 7 -14 giorni. I drenaggi, necessari per evitare che si formino raccolte di sangue o siero, vengono rimossi in 5-7 giorni. Una volta tolta la medicazione compressiva è necessario indossare una guaina elastica per ulteriori tre settimane. Per due settimane è necessario evitare di dormire in posizione supina, mentre è normalmente possibile sedersi a partire dal secondo giorno postoperatorio. L' esercizio fisico può essere ripreso dopo almeno un mese dall' intervento.

GLUTEOPLASTICA: Possibili complicanze

La gluteoplastica con protesi presenta un rischio di complicanze del 10% su base statistica.
Le complicanze più frequenti sono: sieroma (4% dei casi), asimmetria (circa 3% dei casi), contrattura capsulare periprotesica (2% dei casi), rottura della protesi (meno dell' 1% dei casi).

LA GLUTEOPLASTICA CON GRASSO AUTOLOGO (lipofilling )

Prevede il prelievo di grasso da altre parti del corpo ed il suo contemporaneo innesto in sede glutea. L’intervento è del tutto ambulatoriale e si esegue in anestesia locale. La durata dell’intervento è di circa 1 ora. Non ci sono cicatrici, e la paziente dopo aver indossato una guaina elastica può ritornare alle proprie attività dopo alcune ore dal trattamento.

Il grasso innestato ha una durata di un anno circa e non dà fenomeni di rigetto.

Questa tecnica garantisce ottimi risultati con minimi rischi, ma non è utilizzabile nei pazienti magri, e quindi non può sostituire, nella maggior parte dei casi le protesi glutee.

LA GLUTEOPLASTICA CON AC. IALURONICO (MACROLANE - HYACORP )

Un’ultima recente novità nell’incremento volumetrico del gluteo è l’utilizzo di Ac. Ialuronico ad alta densità appositamente studiato per il rimodellamteo di grandi volumi corporei. In commercio in Italia ne esistono fondamentalmente due tipi: Il Macrolane e lo Hyacorp, di recente produzione tedesca.

Questo è molto indicato per rimodellare il volume dei glutei, per alzare i glutei cadenti, aumentare i polpacci, riempire i vuoti lasciati dalla liposuzione o le cicatrici causate da traumi. La novità di questo filler e che è il primo specifico filler per ripristino dei volumi e rimodellamento del corpo. Questo nuovo filler costituisce un’autentica novità soprattutto per quanto riguarda i glutei.

L’intervento con macrolane o Hyacorp è eseguibile ambulatorialmente con semplici iniezioni. Dopo una leggera anestesia locale il gel viene iniettato con una piccola cannula. Il trattamento dura circa un’ora e dopo si possono riprendere le normali attività. Il filler, ad oggi, è più indicato per dare maggiore rotondità ai glutei. Questo filler, come tutti i filler a base di acido ialuronico è riassorbibile, di conseguenza l’effetto dura dai 12 ai 18 mesi, poi è necessario un effettuare un ritocco.

"HYACORP"

Dalla Germania arriva anche in Italia, un nuovo macrofiller che sta riscuotendo grande successo tra i medici del settore, come lo ha avuto, fino ad oggi, l'ormai conosciuto MACROLANE.

Lo Hyacorp, si utilizza con una semplice iniezione che fa aumentare le forme del corpo e le concavità del volto dando più volume e armonia. Questo filler si presta molto bene per l'aumento del seno, glutei, polpacci e per altre correzioni che richiedono un aumento di volume. La procedura è breve e richiede solo l'anestesia locale.

Normalmente la procedura richiede solo 30-90 minuti e il risultato dura fino a 12 mesi. Il Risultato è istantaneo. Possono essere apportate rettifiche passo dopo passo per raggiungere gli obiettivi ed i risultati individuali. Anche i costi del trattamento sono molto competitivi e permettono la possibilità di poter usufruire di un trattamento che da risultati naturali e davvero soddisfacenti.

Modulo Contatti